english version  italian version
mail us tell a friend add to favorites

Dobavit Anketu  |  Cerca ragazza  |  Ragazze in Italia  |  Viaggi  |  Contattaci


 


    17 November 2017

Benvenuti
Mi Presento
Mappa Sito
Registrati
Добавить анкету
Полезные советы
Novitа
Nuove iscritte
Cerca ragazza
Top 10
Ragazze in Italia
Abbonamento e tariffe
Appartamenti
Tutti servizi
Incontri-Viaggio
Incontri-Viaggio in Bielorussia, Minsk
Incontri-Viaggio in Russia
Come funziona
Pagamento e ordina
Testimonianze
Domande/Risposte
Pubblicazioni
Garanzie
Consigli
Links
Contattaci

"La Bielorussia e sempre stata descritta come un tratto di terra pianeggiante e monotono a cavallo del percorso piu breve tra Mosca e la frontiera polacca. E pianeggiante, d'accordo, ma dire che sia monotono e eccessivo. Ampi boschi di betulle incontaminati, vaste paludi ricoperte di foreste e villaggi con le case in legno situati nel mezzo di campi verdi e neri conferiscono alla Bielorussia una bellezza che non si puo scordare.
In Bielorussia ci sono molte piu cose da vedere di quante ne possiate immaginare. Minsk e un centro cosmopolita e una testimonianza vivente della pianificazione urbana sovietica. Brest e vivace e frenetica, Hrodna e un cocktail di eredita storiche e Polatsk e una nobildonna che riposa sulle sue antiche glorie. Tutto questo, e nemmeno un turista all'orizzonte."

A colpo d'occhio

Nome completo del paese: Repubblica della Bielorussia Superficie: 207.600 kmq

Popolazione: 11.400.000 abitanti (tasso di crescita demografica -0,14%)

Capitale: Minsk (circa 2.000.000 abitanti)

Popoli: 81,2% bielorussi, 11,4% russi, 7,4% ucraini, polacchi e altri

Lingua: bielorusso, russo, altre lingue

Religione: 80% cristiano-ortodossa orientale, 20% cattolica, protestante, ebraica, musulmana, altre religioni

Visti: tutti i visitatori stranieri devono essere in possesso di un visto. Il visto va richiesto all'Ambasciata bielorussa in Roma, oppure presso un'altra Rappresentanza Diplomatica o Consolare della Repubblica di Bielorussia (ad es. Vienna o Varsavia). Il visto in frontiera e rilasciato solo in casi eccezionali

Fuso orario: due ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich (in Crimea, tre ore)

Pesi e misure: sistema metrico decimale

Elettricita: 220V, 50Hz

Valuta: rublo bielorusso (BYR)

Il viaggio e Trasporti locali

Cultura di Bielorussia

Attivita

Storia

 

Minsk

Minsk

Quasi tutti gli edifici di Minsk sono stati costruiti dopo l'occupazione da parte dell'esercito sovietico nel 1944, che distrusse quasi interamente la citta. Minsk e probabilmente l'esempio migliore di pianificazione sovietica su larga scala. La citta e quasi riuscita a realizzare l'utopia operaia: l'uniformita delle sue facciate monumentali e smorzata dalle strade ampie e dai piacevoli parchi. La sua atmosfera e frenetica e cosmopolita, con un senso della pulizia e brillantezza maggiore rispetto a quello di altre citta dell'ex Unione Sovietica.
La strada principale di Minsk, praspekt Skaryny, e un viale enorme e frenetico. All'estremita sud-occidentale della strada, la ploscha Nezalezhnastsi (Piazza dell'Indipendenza), lunga 500 m, e circondata dagli edifici governativi e dall'affascinante Chiesa Cattolica Polacca di San Simone. Il Parco Janki Kupaly e una piacevole zona verde costeggiata su due lati dal tortuoso fiume Svislach. E possibile noleggiare una barca a remi o visitare la casa in cui il Partito Comunista Russo tenne illegalmente il suo primo congresso nel 1898.
Minsk Il Museo Nazionale Bielorusso di Storia e Cultura vi permettera di fare un viaggio attraverso la storia turbolenta della nazione, mentre presso il Museo d'Arte Statale della Bielorussia potrete ammirare numerosi dipinti risalenti ai secoli compresi fra il XVII e il XX. Il Museo della Grande Guerra Patriottica descrive tramite le immagini gli orrori della seconda guerra mondiale e cerca di spiegare l'apparente ossessione del paese per la guerra. Le immagini dei prigionieri di guerra e le testimonianze fotografiche delle esecuzioni dei partigiani sono particolarmente macabre.
La Citta Vecchia, a ovest di praspekt Skaryny, ospita la Cattedrale di St Dukhawski, in stile barocco. Un tempo la cattedrale faceva parte di un convento bernardino polacco. Gli edifici del monastero sono stati restaurati e oggi sono sede di un'accademia musicale. Per farvi un'idea di com'era Minsk in passato, recatevi nella zona a est del fiume Svislach, dove troverete un quartiere che e stato ricostruito secondo lo stile tipico del XVII e del XVIII secolo. E curioso e quasi in miniatura, pieno di caffe, bar, ristoranti e negozi di souvenir. Poco distante, sorge la Chiesa di Santa Maria Maddalena, costruita nel 1847, caratterizzata da un campanile ottagonale a punta e da una grande cupola.

 

Khatin

Khatyn

Nel 1943, il piccolo villaggio di Khatyn fu completamente raso al suolo dai nazisti. Oggi e una sorta di memoriale focalizzato intorno a una scultura realizzata dall'unico sopravvissuto, Yuzif Kaminsky. Il Cimitero dei Villaggi commemora 185 altri villaggi bielorussi distrutti dai tedeschi; gli Alberi della Vita (in realta dei pali di cemento) commemorano 433 villaggi distrutti ma in seguito ricostruiti; il Muro della Memoria elenca i campi di concentramento nazisti in Bielorussia e alcune delle loro vittime.
Khatyn (60 km a nord di Minsk) non e raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblici. Tuttavia, esistono delle visite organizzate e un viaggio di andata e ritorno in taxi dalla capitale non e particolarmente caro. Veb site

 

Brestskaya krepost

Brest

Brest e uno dei posti di frontiera, sia stradali sia ferroviari, piu trafficati dell'Europa dell'Est. Si trova a meno di 200 km da Varsavia e a 350 km da Minsk, proprio al confine con la Polonia. Come in tutte le citta di frontiera, c'e un'atmosfera estremamente frenetica, con numerosi bielorussi che attraversano il confine per andare a fare acquisti in Polonia. La zona centrale di Brest si apre a ventaglio in direzione sud-est dalla stazione ferroviaria principale verso il fiume Mukhavets. La strada piu importante e la Vulitsa Savetskaja. Brest fu una delle undici 'Citta Eroiche' dell'Unione Sovietica durante la seconda guerra mondiale: in occasione dell'invasione tedesca del giugno 1941, la Fortezza di Brest resistette per un mese intero.
Situata alla confluenza dei fiumi Buh e Mukhavets, la Fortezza di Brest e il monumento della citta che bisogna visitare. Tra il 1838 e il 1842, l'intera citta fu spostata verso est per lasciare spazio alla costruzione di questa fortificazione massiccia. Venne distrutta nel 1941 e i suoi resti sono stati trasformati in un importante monumento alla memoria dei suoi difensori. Presso la fortezza ci sono musica lugubre, registrazioni di sparatorie e sculture in stile sovietico. Appena a ovest della fortezza c'e la Chiesa di Nikolaivsky, la piu antica della citta; fu parzialmente distrutta durante l'assedio del 1941. Un tempo faceva parte di un monastero.
Tra le altre chiese della citta segnaliamo la Chiesa di St Nikolaiv, decorata con precisione anche nei dettagli, che risale a 200 anni fa, in tipico stile ortodosso, e la Cattedrale Ortodossa di San Simone, del XVII secolo e riccamente decorata in oro. Il Museo Archeologico Bereste e stato costruito sugli scavi delle rovine del quartiere artigiano di Brest del XIII secolo.

 

Belavezhskaya Pushcha

Reserva Naturale di Belavezhskaja Pushcha

In questa riserva naturale sopravvivono circa 1300 kmq di foresta europea primordiale. Si estende in direzione nord dalla citta di Kamjanjuky, circa 40 km a nord di Brest, e una piccola sua parte si trova in Polonia, che la amministra congiuntamente alla Bielorussia. Qui vivono circa 55 specie di mammiferi, tra cui alci, daini, linci, cinghiali, cavalli allo stato brado, tassi, lupi, ermellini, martore, lontre, visoni e castori, ma essa e famosa per i suoi mille e piu bisonti europei, una specie che era gia in via d'estinzione negli anni '20 del Novecento.
Presso la riserva ci sono un museo naturale e dei recinti dove si possono vedere bisonti, daini, cinghiali e altri animali.
Tutti i giorni ci sono alcuni autobus che la collegano a Brest; se riuscite a ottenere un permesso, potete anche visitare la riserva con i vostri mezzi.

 

Grodno

Grodna

Hrodna, situata 280 km a ovest di Minsk, e probabilmente la citta piu pittoresca della Bielorussia. Il motivo e molto semplice: si tratta della citta che e sopravvissuta alla guerra meglio di qualunque altra e, a testimonianza di questo, ci sono molti edifici storici intatti. Fondata in tempi antichissimi, Hrodna fu annessa dalla Lituania nel XIV secolo, diventando una delle principali roccaforti difensive, e poi dalla Polonia, che vi fece costruire un palazzo e numerose chiese. Hrodna capitolo molto presto durante la seconda guerra mondiale; non subi gravi danni strutturali, ma perse gran parte della sua popolazione. Oggi, la citta e un centro industriale e culturale che gode di un'atmosfera cosmopolita.
La strada preferita per le passeggiate e Vulitsa Savetskaja, una piacevole via acciottolata con negozi e caffe curiosi e un parco alberato all'estremita meridionale. Tra le chiese di Hrodna segnaliamo l'orgogliosa Cattedrale Farny, in stile barocco, con i suoi altari e santi decorati, la Chiesa e il Monastero rinascimentali appartenenti all'ordine cistercense e la Chiesa dei Santi Boris e Hilib, costruita in legno nel XII secolo. Per quanto possa sembrare modesto, e il secondo edificio piu antico della Bielorussia.
Il Museo di Storia della Religione si trova all'interno di un palazzo del XVIII secolo restaurato di recente. Esso contiene acqueforti e oggetti d'artigianato che testimoniano in particolare le influenze del cattolicesimo polacco e dell'ortodossia russa. Ci sono anche alcuni esempi di arte ebraica. Lo Stari Zamak (Vecchio Castello) di Hrodna fu costruito nel XIV secolo; oggi, rimangono solo alcune sezioni delle mura. Il museo che si trova presso il castello ospita interessanti oggetti risalenti al IX secolo. Poco distante c'e il Novi Zamak (Castello Nuovo), costruito nel 1737 nell'opulenza del rococo e piu tardi ristrutturato ispirandosi a uno stile piu sobrio. Oggi ospita un museo, una biblioteca e gli uffici principali del Ministero della Cultura.

 

Nesvizh

Njasvizh

Njasvizh, 120 km a sud-ovest di Minsk, e una delle citta piu antiche del paese. Fu edificata nel XIII secolo, ma raggiunse il suo splendore intorno alla meta del XVI secolo, quando i mercanti che la governavano la ricostruirono con un sofisticato sistema di fortificazioni. Nel corso dei secoli, guerre, incendi e incuria contribuirono a diminuire l'importanza della citta, tanto che oggi non e altro che un insieme confuso di cottage in legno e case semplici con alcuni esempi di pregevole architettura del XVI secolo.
Il municipio del XVI secolo e uno degli edifici piu antichi del paese; benche sia in cattivo stato e scolorito, rivela una struttura degna di interesse. La Porta Slutsk, anch'essa costruita nel XVI secolo, fu rifatta in stile barocco due secoli piu tardi. La grande e cupa Cattedrale Cattolica Romana Polacca di Farny, espressione del primo barocco, mostra la sua facciata dalle proporzioni eccellenti. Oltre la chiesa, la Fortezza del Palazzo Radziwill, progettata dall'architetto italiano Bernardoni nel XVI secolo, e oggi sede di una casa di cura per pazienti che soffrono di malattie cardiache e neurologiche.

 

Polotsk

Polatsk

Polatsk, 260 km a nord di Minsk, e una sonnecchiante città di fiume con una ricca storia, che risale all'epoca dei variaghi (IX secolo). Sebbene fosse riuscita a evitare il saccheggio da parte dei mongoli nel XIII secolo, la citta venne in seguito annessa prima dalla Lituania e poi dalla Polonia e i suoi abitanti divennero servi della gleba. Polatsk si sviluppo come porto fluviale, ma passo continuamente dal dominio degli zar feudali moscoviti a quello della corona polacca e fu rasa al suolo piu di una volta.
Non c'e molto da vedere a Polatsk: la citta non e altro che una tipica cupa citta in stile sovietico, con alcuni monumenti che celebrano varie guerre ed eroi. Il monumento principale della citta e la Cattedrale di Santa Sofia. Costruita nell'XI secolo, e l'edificio piu antico della Bielorussia, fra quelli sopravvissuti. Per la sua costruzione, fu presa a modello la Cattedrale di Santa Sofia a Kiev. Purtroppo, la chiesa non ha potuto mantenere intatte le sue caratteristiche. Danneggiata da un incendio nel XV secolo, fu trasformata in un quartier generale militare e poi ricostruita interamente in stile barocco nel XVIII secolo, quando divento una cattedrale cattolica. Il museo all'interno della cattedrale contiene un modello della cattedrale originale. Nel seminterrato e possibile vedere le fondamenta dell'XI secolo.
Altri luoghi che meritano una visita sono l'affascinante Muzey Belarushka Knihadrukavanni, un museo contenente libri e dipinti storici, e il Museo Storico Regionale, situato in una bella strada costeggiata da vecchi incantevoli cottage in legno.

 

Vitebsk

Vitebsk

Vitsebsk, 277 km a nord di Minsk, un tempo poteva vantare piu di trenta chiese e una vita culturale molto attiva. Kandinsky, Malevich e Chagall passarono molto tempo qui. La seconda guerra mondiale e l'era sovietica misero fine a tutto questo, ma in alcune zone della citta vecchia si respira ancora un'atmosfera elegante.
Il Museo Artistico Cittadino ospita mostre temporanee e permanenti di opere europee tra il XVIII e il XX secolo. Poco distante dal museo sorge l'antico municipio; di fronte, ci sono dei murales che rappresentano la Vitsebsk storica. La strada principale della citta vecchia e Vulitsa Suvarova. A meta di questa strada troverete un piccolo parco con un monumento alla guerra franco-russa del 1812. Volgendo lo sguardo oltre questo luogo dedicato alla memoria dei caduti, si gode un'ottima vista sulla valle. Il vecchio palazzo vicino, molto elegante, ospita oggi il quartier generale del KGB. Per il futuro, c'e in programma la costruzione di un Museo Chagall (l'artista e nato a Vitsebsk).

'LiveInternet: показано количество просмотров и"+ KMindex

Agenzia Internazionale Matrimoniale "La Perla" Cassano Murge (Bari)

uff:+39 080 775 338 cell:+39 393 194 3985

AgenziaLaPerla.com © 2005-2006 • BelWebSite Development © All Rights Reserved